recupero sensibilità

mio padre è stato colpito 2 anni fà da artite reumatoide in seguito alla quale ha perso la sensibilità della pianta del piede sinistro. Il piede è apparentemente perfetto ma egli sente costantemente una sensazione di gonfiore e quando cammina una sensazione di punture di spillo. Il reumatologo dice che i tessuti nervosi sono stati lesionati e che non ci si può far niente, ma questo problema limita fortemente la mobilità e l'indipendenza della persona che altrimenti potrebbe condure una vita di buona qualità. Esiste una terapia per recuperare le giuste sensazioni della pianta del piede o per lenire le sensazioni di gonfiore / dolore ? grazie,

Putroppo se questa è la diagnosi del problema sensitivo non esistono terapie specifiche. Potrei suggerire a suo padre, ovviamente se possibile,  di camminare spesso almeno un paio di volte nella giornata (5'/10') su superfici differenti (ad es: prato, sabbia, sassolini, ...) o bilanciarsi da fermo in piedi su di un piano lievemente instabile (assetta di legno con un rialzo in  mezzo) se possibile anche a piedi nudi al fine di dare sensazioni differenti alla cute ed articolazioni del piede. Questa attività potrebbe stimolare una riattivazione sensitiva se vi sono ancora fibre funzionanti.

saluti

Marco Franceschini