Parkinsonismo Atipico

Forse non le capiteranno spesso richieste d'informazioni circa questa malattia rara, ma purtroppo ha colpito mia madre 2 anni fa, a solo 60 anni. Lei presenta danni solo al l'olivo ponto cerebellare accertato da RMN con contrasto. I sintomi sono molto fastidiosi e comprendono perdita di equilibrio, disartria , occasionalmente disturbi del sonno REM, caratterizzato da agitazione e grida , mentre negli ultimi tempi si è fatto avanti anche qualche sintomo tipico del Parkinson come rigidità e tremore durante un movimento volontario, come il sollevamento di un bicchiere. Assume x il momento 300milligrammi di Semet, con principio attivo di levodopa, mentre x 2 anni ha preso il Mantadan da cui non ha giovato x nulla. In più a fisioterapia da molti mesi. In tv ho sentito che il vostro ospedale offre innovative tecniche di riabilitazione per questo tipo di malattia, potrebbe dirmi come funziona? Se ci sono esenzioni in quanto malattia rara? Le scrivo con molta speranza...perche questa malattia toglie gradualmente dignità ad un essere umano ed è inconcepibile nel 2013 non poter fare nulla. La ringrazio di cuore certa di una sua risposta.

Gentilissima,

Dalle poche righe di descrizione, mi sembra che si stia parlando di una diagnosi di MSA (Atrofia MultiSistemica). L'MSA è un parkinsonismo, ovvero una malattia neurodegenerativa che presenta molti sintomi simili a quelli della malattia di Parkinson, ma che colpisce il sistema nervoso centrale in maniera più ampia e più grave, ed ha una prognosi peggiore. E' una patologia non così rara, anche se nella componente cerebellare meno frequente. Classicamente, tre entità sono raggruppate sotto la dizione di MSA: la degenerazione striato-nigrica, la malattia di S.-Drager e la forma sporadica di atrofia olivopontocerebellare. La MSA è caratterizzata clinicamente dalla combinazione variabile di segni parkinsoniani, autonomici, piramidali e cerebellari. La terapia farmacologica è aspecifica, spesso si utilizzano farmaci che hanno come indicazioni la malattia di Parkinson (levodopa, amantadina, rasagilina), ma l'efficacia è scarsa. Sono sicuramente importanti le sedute di fisioterapia.

Per quanto riguarda il plantare di nome GONDOLA è un dispositivo medico che stiamo studiando per la riabilitazione dei pazienti affetti da Parkinson. Il device eroga la Foot Mechanical Stimulation (FMS), una terapia riabilitativa basata su stimolazioni del sistema nervoso periferico, in specifiche aree del piede, tramite impulsi meccanici controllati. Questi impulsi sollecitano i sistemi sensitivi integri a livello periferico, attivando a livello cerebrale dei meccanismi di compenso al fine di effettuare il movimento e recuperare l’equilibrio. I primi risultati ottenuti però sono positivi solo nei pazienti che hanno una diagnosi di Parkinson, mentre non ha avuto la stessa validità nei parkinsonismi atipici. E’ necessario fare ulteriori studi in questa direzione.

Vuoi contattare i nostri esperti?
Effettua il login o crea un nuovo account.