Il Giardino dell’Eco

Pubblicato il 18 settembre 2014

Il San Raffaele a Troia vara il primo giardino terapeutico ecologico in Puglia

Il Giardino dell’Eco. Un healing garden unico nel suo genere in Puglia sarà inaugurato giovedì 18 settembre alle ore 16 presso la RSA San Raffaele Troia.

Completamente allestito con materiali riciclati o riciclabili è frutto di una intensa attività di terapia occupazionale che ha visto, e vedrà, impegnate decine di ospiti della struttura dauna. L'esperienza del “Giardino dell'Eco” è destinata a pazienti con la malattia di Alzheimer e dunque la intitolazione all’Eco allude sia alle evocazioni delle voci lontane dell’lo stimolate ai pazienti che all'aspetto "Eco"logico dell'insieme.

Uno spazio verde di 400 mq pensato sia per finalità terapeutiche (come strumenti di cura complementari a quelli tradizionali) sia per migliorare il benessere e la qualità di vita non solo dei pazienti ma anche dei parenti in visita e del personale medico e paramedico.

Un percorso storico sensoriale, uno spazio dedicato all’ortoterapia, nonché un percorso fisioterapico. Fioriture si affacciano da pneumatici usati dipinti dai pazienti con colori atossici e terapeutici, panchine rifinite dagli ospiti realizzate con pedane consentono la sosta momentanea, cespugli di erbe aromatiche hanno trovato casa in vecchi box lignei restaurati, lampade ricavate da barattoli realizzate durante la terapia occupazionale illumineranno i viali di sera e fiori secchi sapientemente maneggiati dalle nonnine fuoriescono da vasetti che una volta contenevano omogeneizzati.

Le parti del giardino destinate alle fioriture sono state progettate in riferimento a colori, stagioni e profumi per caratterizzare l’utilizzo del giardino in ogni momento dell’anno in rapporto alle sue diverse colorazioni e alle profumazioni delle sue essenze. Per l’allestimento sono stati utilizzati alcuni antichi attrezzi appartenenti alla storia agricola del territorio foggiano e dunque al vissuto personale di ciascun ospite della RSA. In occasione del taglio del nastro sarà illustrato il cammino terapeutico in corso i cui esiti finali nei prossimi mesi saranno presentati alla comunità scientifica. L’obiettivo è la stimolazione ed il mantenimento della funzionalità cognitiva residua degli ospiti attraverso la sollecitazione psico-sensoriale delle abilità mnestiche, del linguaggio, del movimento e delle emozioni personali.

Visaualizza la locandina.

Vota questo contenuto
Commenti

Pubblica un commento

Captcha