La Moc

La MOC (Mineralometria Ossea Computerizzata) è un esame diagnostico volto a misurare la densità della massa ossea utile per individuare le persone più a rischio di fratture da osteoporosi. Come per ogni esame, la sua prescrizione deve derivare da una attenta raccolta della storia familiare e dall'esame clinico eseguiti dal medico. La Moc è da raccomandarsi , ad esempio, per le donne in pre-menopausa, in presenza di elevati fattori di rischio quali terapie con cortisone, con immunosoppressori e malattie particolari quali ipertiroidismo e la celiachia; per le donne alla menopausa, limitatamente ai casi nei quali la decisione circa un trattamento ormonale sostitutivo risulti controversa; per le donne in post-menopausa, in presenza di oggettiva impossibilità di praticare la terapia ormonale sostitutiva e per controllare d'efficacia terapeutica in presenza di elevati fattori di rischio. La Moc, inceve, è ininfluente e quindi poco indicata , soprattutto nei cosiddetti «grandi anziani» (over 70): in tali soggetti, il rischio di fratture non dipende tanto dalla densità ossea, anche se diminuita, ma da altri fattori - quali disturbi dell'equilibrio e della vista, rallentamento del tono neuromuscolare e terapie concomitanti - che possono determinare una maggiore incidenza di cadute. È un esame non pericoloso, preciso e indolore. Obiettivo della MOC è misurare la densità minerale di un osso o di una zona campione, cioè un’area ben delimitata dello scheletro. Queste zone sono solitamente la colonna lombare e il collo del femore, più raramente l’intero corpo (total body). La persona si sdraia su un lettino, al di sotto del quale è sistemato un apparecchio che emette radiazioni. Sopra il lettino si trova lo strumento che elabora le immagini: generalmente, la misurazione viene condotta a livello dell'avambraccio, della colonna lombare e del collo del femore e dà risultati più sicuri della semplice radiografia, che mostra alterazioni evidenti solo quando la perdita di minerali è notevole. Una MOC di controllo è raccomandata ogni 2 anni SOLO in pazienti con esito di “osteopenia” alla MOC precedente. Per chi già si sta curando per l’osteoporosi non serve fare questo controllo.

Vota questo contenuto