RCST Human Telemetry System: presentato all’Università Telematica San Raffaele Roma l’innovativo progetto che troverà applicazione nel comparto automotive

L’ateneo romano partner dell’inedito sistema di telemetria umana

Roma, 18 aprile 2018 - Un innovativo approccio alla telemetria nel mondo del motorsport. Si è tenuta oggi 18 aprile presso la sala conferenze dell’Università Telematica San Raffaele Roma (via di Val Cannuta, 247) la presentazione alla stampa del progetto “Human Telemetry System”.

L'inedito RCST Human Telemetry System - Sistema Integrato di Telemetria è un sistema di rilevazione/funzionale di diverse misure, parametri di respirazione, parametri cardiaci, parametri della sudorazione e della pressione agita sul volante. Questi dati, elaborati da uno specifico software, l’RCST, verranno elaborati e messi in correlazione fra di loro; saranno contestualmente posizionati e rapportati al percorso e al circuito, mediante tecniche GPS. Importante ed unica sarà la rilevazione e la correlazione dei parametri sopra elencati; nello specifico il parametro della sudorazione che, oltre la quantità assoluta, fornirà la rilevazione integrata dell’elettrolisi e della glicolisi, al fine di un’appropriata individuazione delle integrazioni nutrizionali necessarie, per il miglioramento della performance e della sicurezza dell’atleta.

Il progetto è stato sviluppato dalla start-up Formula Center Italia, in collaborazione con alcuni atenei italiani (Università degli Studi di Napoli Federico II - Dipartimento di Ingegneria Industriale e Dipartimento di Ingegneria Biomedica, Università Telematica San Raffaele Roma - Dipartimento di Scienze Motorie, Università degli Studi del Piemonte Orientale nella persona del Prof. Giorgio Calabrese, Docente di Alimentazione e Nutrizione umana) e con alcuni partner tecnici (MegaRide s.r.l., spin off del Dipartimento di Ingegneria Industriale dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, Imperiale Racing, Squadra Corse supported by Lamborghini, e Scuderia DF Corse, F4 Italian Championship Racing Team).

«Un progetto che nasce dalla concretezza,  dalla pista e dal mio essere pilota: finalmente e per la prima volta sarà possibile collegare l’uomo alla telemetria, alla macchina e al circuito, superando i punti di debolezza degli attuali processi delle scuderie presenti nel motorsport. Il device è infatti formato da una maglietta con dei sensori che misureranno respiro, cuore, sudore, tensione dei piloti», afferma Davide Venditti, Founder & CEO di Formula Center Italia / RCST.

«La Valutazione e il monitoraggio di parametri fisiologici (metabolici e neuromuscolari), consentiranno  una definizione di un modello specifico di prestazione  con l’intento di sviluppare  un software che  integri  e correli i dati di entrambi i sistemi (uomo-macchina) al fine di individuare  un indice predittivo della “Performance ottimale” riducendo al minimo il gap tra l’allenamento a secco del pilota e la prestazione in gara», spiega la Prof.ssa Elvira Padua, Responsabile scientifico del progetto, Ricercatore e coordinatore Corso di studi in Scienze motorie - Università Telematica San Raffaele Roma - Dipartimento Scienze Umane e Promozione della Qualità della Vita. «In particolare – aggiunge - verranno correlati i dati derivanti dal RCST Human Telemetry System con quelli biologici relativi alle condizioni di fatica durante sessioni di allenamento in pista e in gara al fine di sviluppare percorsi personalizzati di Mental coach per l’ottimizzazione della gestione dello sforzo in condizioni normali e di stress. Dal modello di prestazione derivante dalla sensoristica, si programmerà una preparazione fisica individualizzata alle caratteristiche biofisiche di ciascun pilota al fine di migliorare l’“Ergonomia” nell’interazione uomo-macchina-circuito».

Tra i relatori della conferenza: Prof. Enrico Garaci, Rettore dell'Università Telematica San Raffaele Roma; Prof. Ing.  Francesco Timpone, docente di Meccanica del Veicolo - Università degli Studi di Napoli Federico II - Dipartimento Ingegneria Industriale / co-founder MegaRide srl; Prof. Ing. Raffaele Iervolino, Professore Aggregato e Ricercatore di Automatica - Università degli studi di Napoli Federico II - Dipartimento di Ingegneria Elettrica e delle Tecnologie dell'Informazione; Prof. Giorgio Calabrese - Docente di Dietetica e Nutrizione Umana - Università Piemonte Orientale - Dipartimento di scienze e innovazione tecnologica; Giorgio Ferro - Motorsport Consultant e Motorsport Director di Lamborghini Imperiale Racing Team. A moderare gli interventi Antonio Iafelice - Giornalista automotive e addetto stampa motorsport.

Vota questo contenuto

Documenti allegati