SR TIROIDE. Sottovalutare la tiroide può costare caro, fare un check-up costa molto meno

Il San Raffaele scende in campo a difesa della tiroide dedicando un’intera settimana alla prevenzione

I Poliambulatori Specialistici San Raffaele, particolarmente sensibili alla cultura della prevenzione e dell’informazione socio-sanitaria, questa volta scendono in campo a difesa della tiroide dedicando un’intera settimana alla salute di una ghiandola fondamentale per il nostro organismo.

Sottovalutare la tiroide può costare caro, fare un check-up costa molto meno. Presso il Poliambulatorio San Raffaele Tuscolana, da lunedì 12 a domenica 18 maggio, sarà infatti possibile sottoporsi ad uno screening completo (analisi cliniche, visita endocrinologica, ecografia tiroidea con color doppler) a tariffe sociali affinché l’eccellenza possa essere accessibile e garantita a chiunque.

La campagna di sensibilizzazione è rivolta a tutti. Circa il 10% della popolazione italiana - oltre 6 milioni di soggetti – soffre di un disturbo della tiroide. Per questo si rivela di fondamentale importanza associare a questi disturbi una corretta terapia, senza dimenticare la centralità della tiroide, ghiandola che controlla il consumo di ossigeno, la respirazione cellulare, l’attività del cuore e del sistema nervoso.

Ma la maggior parte degli ipotiroidismi diagnosticati nell’adulto non dà sintomi, e viene scoperta proprio grazie agli screening. L’ipotiroidismo infatti è un disturbo spesso del tutto impercettibile che colpisce mediamente le donne cinque volte di più rispetto agli uomini della stessa fascia d’età.

L’ipertiroidismo è un altro dei disturbi endocrini più frequenti e può manifestarsi a qualsiasi età, ma interessa soprattutto le donne in età fertile, a causa di una maggior predisposizione del sesso femminile alle malattie autoimmuni.

Come recita il claim della campagna, “al collo hai una cosa molto più preziosa di una collana di perle. È la tiroide. Fai un controllo”.

Vota questo contenuto

Documenti allegati