Grande festa al San Raffaele Trevignano

Elena, ospite della struttura, compie 100 anni

La signora Elena ha donato anima e corpo per il bene dei suoi cari, finché il fisico gliel’ha permesso. Casalinga modello, ha conosciuto l’amore per la vita e i momenti bui e gloriosi del secolo trascorso, dal terrore della guerra al sorgere della democrazia. Una memoria storica che rappresenta un patrimonio di preziosi ricordi oltre che un evento da festeggiare.

Il 18 agosto, in onore del suo centesimo compleanno, si terrà una grande festa al San Raffaele Trevignano, RSA presso cui è ospite. I festeggiamenti avranno inizio alle ore 15,30 con la partecipazione del duo canoro “Mario e Mariano” che allieterà i pazienti con canti della tradizione popolare italiana.

Alla torta e ai dolci ci penserà Filippa, la figlia di Elena, entusiasta in vista dei festeggiamenti. Nonostante gli iniziali dubbi sul ricovero, che spesso accompagnano i figli di coloro i quali, a causa della malattia, hanno perso la loro autonomia, quest’ultima ci tiene a sottolineare con fervore che al San Raffaele Trevignano sua madre «ha trovato una nuova famiglia».

«Quando la cooperazione con le famiglie è così aperta e spontanea», spiega Marnica Baldini, terapista occupazionale della struttura, facendo riferimento al supporto ricevuto dalla figlia della paziente «per noi è come toccare con mano l’obiettivo fondamentale del SR: fare in modo che i nostri ospiti raggiungano e mantengano la migliore qualità della vita possibile, per il benessere psicofisico loro e dei familiari che ce li hanno affidati».

Tags

RSA.
Vota questo contenuto