2 ottobre, le RSA del San Raffaele celebrano festa dei nonni

Tante le iniziative dal centro al sud d’Italia

«Gli anziani che hanno fede sono come alberi che continuano a portare frutti». Gli anziani hanno il compito di trasmettere e condividere la saggezza e la fede.

Queste le parole di Papa Francesco in occasione dell’incontro con i nonni tenutosi il 28 settembre scorso. Parole che è doveroso rimarcare oggi, 2 ottobre, data in cui ricorre la festa a loro dedicata.

Un giorno tanto attesa dalle RSA del San Raffaele, che, dal centro al sud d’Italia, celebrano la festa tra concerti, tornei, manifestazioni e incontri con le scuole. Mai come oggi è infatti importante mostrare alla società la realtà dell’anziano in tutte le sue sfaccettature, anche quelle più drammatiche e meno conosciute dai tanti legate alle malattie geriatriche e gerontologiche.

Aggiungere vita agli anni, non solo anni alla vita”, questo il motto delle RSA SR, perché i nonni sono i pilastri della nostra società in quanto patrimonio inestimabile di cultura e memorie storiche. Un patrimonio da preservare e valorizzare.

«Dio non vi abbandona», ha detto il Pontefice ai 30mila anziani presenti venuti da tutto il mondo, «continuerete a essere memoria del vostro popolo».

Perché un popolo che non ha memoria non ha futuro.

Tags

anziani.
Vota questo contenuto
Commenti

Pubblica un commento

Captcha