La musica d’autore si fa terapia

A Montecompatri un’esibizione canora diretta dal maestro Alessandro Vicari

La musica per sorridere, ricordare, vivere ancora e sempre come una volta, quando la propria vita non si era fatta ancora ricordo confuso e lontano.

Un percorso riabilitativo, quello della musico-terapia, che prende vita ogni giorno presso la RSA San Raffaele Montecompatri e all’interno del quale va a inserirsi l’attesissima esibizione canora diretta dal Maestro Alessandro Vicari.

L’appuntamento con la musica d’autore presso la struttura sanitaria alle porte di Roma è per lunedì 22 giugno alle ore 10.30: sarà un’occasione per saggiare e consacrare la musica quale momento dominante della vita degli ospiti della RSA nonché strumento terapeutico per contrastare il decadimento fisico, mentale e psicologico contribuendo, insieme ad altre attività ricreative, a migliorare la loro qualità di vita.

È noto infatti che la musica favorisce il movimento ed il rilassamento, aiuta la socializzazione, oltre ad essere fonte di divertimento e gratificazione, stimola ricordi ed associazioni, facilita l’apprendimento, favorendo inoltre il riorientamento alla realtà, da aiuto e sostegno nella gestione dell’ansia e dei pensieri negativi e libera le emozioni e le tensioni emotive.

Protagonista dell’evento sarà il Maestro Alessandro Vicari, diplomatosi con il massimo dei voti presso il conservatorio di S. Cecilia a Roma, all’attivo diverse collaborazioni con maestri di fama internazionale (tra cui si notano Campanella, Lucchesini, Yablonskaya, Razzi). Vanta diverse esperienze sia come solista che in formazione cameristica, dal 2006 è Direttore del coro “Alessandro Moreschi” di Montecompatri, con cui svolge attività concertistica in Italia e all’estero.

Lunedì prossimo la musica d’autore si farà quindi spettacolo, oltre che terapia, a Montecompatri dove ogni giorno ospiti di diverse età vengono assistiti con la mission di “aggiungere vita agli anni e non soltanto anni alla vita”.

Vota questo contenuto
Commenti

Pubblica un commento

Captcha