Una dolce sorpresa per i piccoli pazienti dell’IRCCS San Raffaele Pisana

Uova di cioccolato portate in dono da Rossana Rodà, presidente dell’associazione Haziel

Quando si entra in contatto con realtà come quella di un ospedale pediatrico, anche l’azione più semplice può acquisire l’aspetto di un piccolo miracolo. Come ad esempio il gesto di regalare un uovo di cioccolato poco prima di Pasqua.

È quello che è successo stamattina presso l’IRCCS San Raffaele Pisana, dove è tornata l’Associazione Haziel, nella persona della sua presidente, la dottoressa Rossana Rodà. Nata dalla vincente e già collaudata sinergia con la Fondazione Silvana Paolini Angelucci, quella di oggi è stata una giornata davvero speciale per i piccoli ospiti del Dipartimento per le Disabilità dello sviluppo infantile del San Raffaele.

Direttore del centro è il Prof. Giorgio Albertini presente stamattina durante l’emozionante visita nei corridoi di via della Pisana. Ad accompagnare la dottoressa Rodà, oltre al Prof. Albertini, anche il dottor Carlo Trivelli, Presidente San Raffaele Spa, la dottoressa Maria Fattori e il Prof. Ugo Luigi Aparo, rispettivamente direttore operativo e sanitario della struttura.

«E’ stato un momento davvero emozionante – ha raccontato Rossana Rodà – ogni volta che ci si avvicina a questi piccoli pazienti si rimane stupiti da quanto siano capaci di dare a noi in termini umani, molto più di quanto noi non riusciamo a donare loro. Incontrarli, parlarci, condividere insieme un sorriso, un piccolo gesto come quello di donare un uovo di Pasqua è per me una carica di energia pazzesca».

La visita che ha assunto un valore ancora maggiore grazie alla presenza del subcommissario di Roma Capitale, la dottoressa Maria Barilà. Dimostrazione, come ha affermato la presidente di Haziel, «di una collaborazione di successo tra la nostra associazione, la Fondazione Silvana Paolini Angelucci e le Istituzioni, che ancora una volta si dimostrano vicino ai più bisognosi».

Vota questo contenuto