Borbona: inaugurata la nuova residenza sanitaria assistenziale San Raffaele

Ha tagliato il nastro il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti

È stata inaugurata ieri 7 giugno 2016 la RSA San Raffaele Borbona, nuovo importante tassello della rete socio-assistenziale territoriale. A tagliare il nastro, il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, alla presenza, tra gli altri, dei vertici dirigenziali del Gruppo San Raffaele e della ASL di Rieti, del Sindaco di Borbona Maria Antonietta Di Gaspare e di S.E. Monsignor Domenico Pompili, Vescovo di Rieti.

«Questa è una giornata importante per il territorio di Borbona e per tutta la sanità regionale», ha affermato il Governatore. «L’apertura di questa RSA, bellissima e degna di un Paese moderno, è l’ennesima tessera di un mosaico che è il risultato della collaborazione tra Governo, Comune, Regione e un Gruppo, come il San Raffaele, tra i più grandi e importanti del panorama sanitario italiano, in grado di offrire servizi assistenziali d’eccellenza».

«L’apertura della struttura del San Raffaele per una piccola realtà come quella di Borbona e del suo hinterland rappresenta un traguardo davvero importante, non soltanto per le persone che troveranno ospitalità e assistenza sanitaria al suo interno, ma per l’intera collettività», così il Primo Cittadino del Comune reatino.

La RSA accoglie ospiti non autosufficienti e non assistibili a domicilio ai quali sono erogate prestazioni sanitarie, socio-assistenziali, di recupero funzionale e di mantenimento. Si estende su una superficie di circa 6 mila metri quadrati immersa in un parco giardino di oltre 3 mila metri. Dispone di 60 posti letto organizzati in tre nuclei con camere a uno/due posti letto dotate di ogni comfort.

Il Gruppo San Raffaele vanta in campo geriatrico e gerontologico una pluridecennale esperienza clinico-assistenziale gestendo diverse RSA dal centro al sud della penisola (Lazio, Puglia e Sardegna). L’obiettivo è stato da sempre quello di tratteggiare in sinergia con il pubblico l’inizio di un nuovo cambiamento epocale, in cui le RSA sono chiamate a ripensare e rimodellare la propria offerta al territorio, trasformandosi gradualmente da realtà residenziali a centri multiservizio aperti ai mutevoli e differenziati bisogni del soggetto fragile e della sua famiglia.

 

Sfoglia l'album fotografico sulla pagina Facebook del San Raffaele

Vota questo contenuto
Commenti

Pubblica un commento

Captcha