Mesotelioma: un database di “sostanze nemiche” dei polmoni

Questo l'obiettivo principale di una nuova convenzione tra San Raffaele e Hawaii Cancer Center

Una nuova convenzione recentemente firmata con la University of Hawaii dona all’Università Telematica San Raffaele, all’IRCCS e al MEBIC un respiro ancora più internazionale.

Sono diversi gli obiettivi alla base della definizione di un nuovo accordo che vede in prima linea il Prof. Matteo Antonio Russo, presidente del Mebic nonché responsabile della ricerca clinica dell’IRCCS San Raffaele: «A legarci all’Hawaii Cancer Center ci sono obiettivi di reciproci scambi personali nonché il conseguimento di importanti e comuni scopi».

Tra questi, quello che maggiormente risalta è il progetto, in corso di svolgimento in stretta collaborazione con il Prof. Michele Carbone, Direttore del Centro di ricerca hawaiano, della creazione di un database di ‘sostanze nemiche’, fibre inorganiche collegate con le patologie polmonari, e in particolare con il mesotelioma (di cui il Prof. Carbone è un grande esperto a livello internazionale).

Il database includerà circa 400 fibre, sospettate di essere collegate in qualche modo con questa neoplasia polmonare: un numero che si spinge quindi ben oltre le sole 30 (tra cui l’amianto), attualmente riconosciute e ufficialmente regolamentate dallo Stato.

Un progetto ambizioso che sfida i chilometri che dividono Roma e Honolulu e che promette grossi passi in avanti nella ricerca e nella prevenzione della cura di una delle più diffuse patologie respiratorie. Un’intesa che conferma il ruolo di attore di riconosciuto prestigio della ricerca scientifica e del know how targati SR.

Vota questo contenuto
Commenti

Pubblica un commento

Captcha