Fede e scienza: gli effetti benefici della preghiera sulla salute

Anche quest’anno presso la RSA di Montecompatri si è celebrato il Santo Natale con riti e momenti di aggregazione. Ciò è stato reso possibile dal consueto appuntamento per la S. Messa officiata da Mons. Martinelli Vescovo della diocesi di Frascati. I momenti di condivisione della preghiera sono presenti tutto l’anno grazie anche alla preziosa collaborazione della responsabile del gruppo di volontari Sig.ra Donata Tarulli che, con la sua costante presenza celebra riti e preghiere accompagnati da canti di gruppo insieme agli ospiti della RSA. Molti studi scientifici infatti dimostrano come la preghiera abbia, nonostante regni molto scetticismo in ambito scientifico, effetti benefici sulla salute non solo psichica ma anche fisica dell’individuo. Ad esempio si osserva come la pratica religiosa potenzi le cosiddette “capacità meta cognitive”, fornisca stimolazioni cognitive, oltre a favorire aspetti sociali e socializzanti.

Ma soprattutto la preghiera può favorire il raggiungimento della “percezione che le cose abbiano un senso unitario” soprattutto nei confronti della disabilità e della senescenza, vivendo questi momenti della vita con maggiore serenità.

Un grazie sincero a tutti i partecipanti di questo percorso, con l’augurio che il nuovo anno ci veda coinvolti e partecipi con rinnovata fiducia.

Vota questo contenuto
Commenti

Pubblica un commento

Captcha