L’Università Telematica San Raffaele Roma al top nel rapporto ANVUR sulla Valutazione della Qualità della Ricerca

Subito dopo l’indiscussa eccellenza dell’Ateneo Humanitas di Milano, ma precedendo l’altrettanto nota Università S. Anna di Pisa, l’Università Telematica San Raffaele viene annoverata, nel rapporto ANVUR sulla Valutazione della Qualità della Ricerca appena pubblicato, fra le eccellenze del sistema universitario italiano per qualità e quantità della ricerca.

Con una variazione del 44% rispetto alla media dell’area, l’Università Telematica San Raffaele Roma, evidenziando un significativo miglioramento della performance scientifica, si pone ai vertici della graduatoria per qualità dei prodotti di ricerca. Attraverso la valutazione condotta sui ricercatori, gli assistenti, i professori di prima e seconda fascia e i ricercatori e tecnologi degli Enti di Ricerca, prendendo in considerazione i prodotti di ricerca (articoli su riviste, libri e capitoli di libri dotati di ISBN, edizioni critiche, traduzioni e commenti scientifici, brevetti e altri prodotti quali composizioni, disegni, performance, software, banche dati, e altro ancora), la VQR fornisce una fotografia dettagliatissima e, soprattutto, certificata della qualità della ricerca italiana prodotta nelle Università e negli Enti di ricerca.

I risultati potranno essere utilizzati dagli organi di governo delle varie strutture per definire azioni di miglioramento: dalle famiglie e dagli studenti per orientarsi nella scelta dell’ateneo cui iscriversi, soprattutto per i corsi di laurea magistrale e per i corsi di dottorato; dai giovani ricercatori per approfondire la propria formazione e svolgere attività di ricerca nei migliori dipartimenti; dalle industrie e dagli enti pubblici per indirizzare la domanda di collaborazioni a gruppi di ricerca competitivi per qualità e massa critica.

Vota questo contenuto
Commenti

Pubblica un commento

Captcha