GIOCARE CON LA MANUALITA’ PER VINCERE LA PAURA DEL FARE

Al San Raffaele Montecompatri apre al pubblico il mercatino con i lavori realizzati dagli ospiti durante il laboratorio di falegnameria

Un laboratorio di falegnameria per vincere la “paura del fare” attraverso lavori manuali: è questo l’obiettivo del progetto del San Raffaele Montecompatri intitolato appunto “Giocare con la manualità per vincere la paura del fare”.

Con la supervisione degli operatori dell’équipe riabilitativa psichiatrica, gli ospiti del reparto hanno realizzato degli oggetti in legno, utilizzando materiali di riciclo, raccolti ed esposti presso un mercatino allestito all’interno della struttura e aperto al pubblico.

«Grazie al laboratorio di Falegnameria» spiega l’équipe riabilitativa «un numero significativo degli ospiti della residenza psichiatrica manifesta effetti positivi sia a breve che a lungo termine. A breve termine si verificano: aumento dell’autostima e dell’autoefficienza grazie all’immediatezza dei risultati raggiunti (parziali o totali) e del lavoro svolto, miglioramento della socializzazione e sviluppo delle abilità sociali per l’interazione in gruppo. A lungo termine invece si attua un incremento della capacità di problem solving, attraverso la risoluzione di problematicità legate alla gestione del materiale con cui si lavora, alla scelta dell’utensile più adatto, intervenendo così anche sulle capacità di scelta e di programmazione, oltre che un incremento delle funzioni cognitive, come attenzione e concentrazione, ma anche memoria di lavoro. Si verificano inoltre un miglioramento della motilità fine, l’apprendimento di tecniche e sviluppo di idee utili ad una possibile occupazione quotidiana dopo la dimissione e l’aumento dell’ empowerment (consapevolezza delle proprie abilità)».

Come si legge su uno dei lavori realizzati degli ospiti del San Raffaele Montecompatri, “soltanto una cosa rende impossibile un sogno: la paura di fallire”.

Vota questo contenuto
Commenti

Pubblica un commento

Captcha