Giornata Mondiale Parkinson 2018: EPDA e IRCCS San Raffaele insieme per la campagna #UniteForParkinsons

L’11 aprile al Boscolo Exedra Hotel di Roma un gala di beneficienza per la raccolta fondi da destinare alla ricerca

Colpisce circa il 3 per mille della popolazione generale, e circa l’1% di quella sopra i 65 anni.

Quasi 300.000 individui solo in Italia, per la maggior parte maschi (1,5 volte in più), con età d’esordio compresa fra i 59 e i 62 anni.  Numeri, stando agli studiosi, destinati a raddoppiare nei prossimi 15 anni. Parliamo della malattia di Parkinson.

L’European Parkinson’s Disease Association (EPDA), l’IRCCS San Raffaele Pisana con il Centro per lo Studio e cura del Parkinson e disturbi del movimento diretto dal Prof. Fabrizio Stocchi e l’Accademia Limpe Dismov uniscono nuovamente le forze e scendono in campo insieme per la campagna di sensibilizzazione sulla malattia #UniteForParkinsons promuovendo un charity gala in occasione della giornata mondiale dedicata alla patologia, l’11 aprile.

La serata avrà inizio alle ore 20:00 con un cocktail di benvenuto si svolgerà presso il Boscolo Exedra Hotel di Roma (piazza della Repubblica) e si concluderà con un’asta di beneficienza il cui ricavato verrà totalmente devoluto alla ricerca sulla malattia. L’asta che sarà gestita da Finarte Minerva Auctions contemplerà oltre 30 lotti donati per l’occasione e comprendenti 24 opere dell’Accademia di Belle Arti di Roma, una stampa numerata dell’opera Street Pope dell’artista Maupal, un olio su tela dell’artista Alessandra Carloni, un kit contenente l’ultimo album Paper Gods autografato della pop band Duran Duran, una maglia autografata della SS Lazio, un set di piatti Ikat del brand Les Ottomans e due opere donate dall’ Accademia Limpe Dismov. Durante la serata avrà anche luogo l’estrazione di tre premi offerti dalla Exedra Fusion Spa tra cui un Day Suite Spa per due persone.  In campo per la ricerca, ed è proprio il caso di dirlo,  anche il Football Museum che ha donato un pallone ufficiale Lega Calcio Serie A 2017/2018 con tanto di autografo di Francesco Totti in supporto dell’iniziativa. Il pallone sarà esposto per tutta la durata della serata e inserito poi in un’ asta dedicata aperta anche al pubblico.

L’iniziativa, realizzata con il prezioso contributo dello Studio Barocci che opera nel settore bancario e dell’intermediazione finanziaria, il supporto dell’agenzia di comunicazione integrata CT-Group e dell’Accademia delle Belle Arti di Roma,  ha l’obiettivo di portare la conoscenza della malattia al di fuori delle mura degli ospedali e, soprattutto, quello di raccogliere fondi da destinare alla ricerca.  «Affinchè» spiega i Prof. Fabrizio Stocchi, «si possa arrivare ad avere diagnosi sempre più precoci e terapie sempre più efficaci».

Madrina dell’evento, Tosca d’Aquino e special guest il baritono Alessio Quaresima Escobar.  


Visualizza la locandina

Vota questo contenuto
Commenti

Pubblica un commento

Captcha

Documenti allegati