Domani al San Raffaele Portuense l’inaugurazione della mostra espositiva con le opere di Minou Ansary

La pittrice esprime così la sua riconoscenza per l’assistenza e le cure ricevute presso la struttura di riabilitazione romana

«Mi sono sentita protetta come fossi in famiglia, sono rimasta stupita dal calore umano e dalla competenza di tutto il personale». Con queste parole la pittrice Minou Ansary spiega il motivo per cui ha voluto allestire una mostra con le sue opere pittoriche proprio presso il San Raffaele Portuense, struttura dove ha seguito un percorso di riabilitazione in seguito a un intervento chirurgico.

Alla base dell’organizzazione della mostra quindi un sincero sentimento di gratitudine verso i medici e gli operatori che l’hanno seguita dandole tutto il sostegno e il supporto necessario. «Un’occasione per ringraziare tutti, ma anche per ricambiare donando e condividendo una delle cose a me più care e che al meglio esprime me stessa: la mia arte», afferma la pittrice spiegando che «non si tratta di una mostra monotematica, ma esplora diversi ambiti spaziando dai ritratti ai paesaggi, dalla natura morta ai soggetti astratti».

Di origini persiane, classe 1960, nata a Ginevra ma già dall’età di un anno e mezzo romana a tutti gli effetti, Minou Ansary sarà presente domani 21 aprile dalle ore 16 all’inaugurazione della mostra, che rimarrà allestita sino al 28 aprile presso il San Raffaele Portuense.

Vota questo contenuto
Commenti

Pubblica un commento

Captcha