Il San Raffaele supplier sponsor della storica kermesse ippica Piazza di Siena

Il Carosello del San Raffaele Viterbo, con le musiche di Aissa Maryan Sufian, ha messo in scena anche quest’anno la magia dell’integrazione

Molto più di un semplice spettacolo o di una gara ippica. Il Carosello del San Raffaele Viterbo (già Villa Buon Respiro) torna per il 14° anno consecutivo a Piazza di Siena come testimonianza di integrazione e opportunità. Un momento fortemente simbolico foriero di uguaglianza e dignità per i ragazzi disabili seguiti dalla struttura viterbese del Gruppo romano, quest’anno supplier sponsor della kermesse.

 

Il Carosello è andato in scena in tutta la sua solenne magia, dopo quello dei Lancieri di Montebello e prima del IV reggimento dei Carabinieri, domenica 27 maggio attorno alle ore 20:00 a chiudere la manifestazione ippica, alla sua 86° edizione, che si è svolta dal 24 al 27 maggio, e che da 95 anni ospita a Villa Borghese il gotha dell’equitazione mondiale.

 

Ragazzi disabili e normodotati uniti dalla stessa passione hanno messo in scena l’incanto della parità nella location romana completamente rinnovata per l’occasione sia nella veste che nei contenuti. Un grande bagaglio di storia e solennità in cui il cavallo è mezzo di uguaglianza perché, come recita appunto il “mantra” che ogni giorno ispira le attività del Centro di Riabilitazione equestre della struttura viterbese del San Raffaele, «a cavallo siamo tutti uguali».

 

Particolarità di questa edizione 2018 la colonna sonora sulla quale è stata studiata e realizzata la coreografia, quattro brani musicali tratti dal repertorio della 18enne Aissa Maryan Sufian, giovane cantante malesiana che studia con la londinese Sonia Jones, coach vocalist tra gli altri anche di Rita Ora e Lady Gaga. La ragazza dopo essere rimasta ammaliata dallo spettacolo messo in scena dai cavalieri del Centro di riabilitazione, ha infatti voluto musicarne la coreografia. «Un omaggio graditissimo al Gruppo San Raffaele ma anche a Piazza di Siena, alla Fise e al Coni» ha dichiarato il numero uno della Federazione, Marco Di Paola.

 

Il Centro di Riabilitazione Equestre del San Raffaele rappresenta in Italia la punta di diamante di tale disciplina non solo per i numerosi riconoscimenti internazionali e nazionali collezionati tra i quali il Premio per l’Eccellenza in Sanità della Regione Lazio, ma anche, come sottolineato Di Paola, «per aver contribuito in modo determinante allo sviluppo, alla validazione scientifica ed alla cultura dell’utilizzo del cavallo a supporto della disabilità».

 

«Essere nuovamente presenti a Piazza di Siena», spiega Daniela Zoppi, Responsabile del Centro, «è stata per i ragazzi un’esperienza unica ed emozionante che ogni anno si rinnova, consacrando il Carosello e le attività ad esso correlate come componente irrinunciabile di quello che da sempre rappresenta il tempio dell’equitazione».

 

La struttura di Viterbo alla quale afferisce Centro fa parte dell’articolato mondo del San Raffaele che con oltre venti strutture dal centro al sud dello stivale si è accreditato come polo medico-scientifico di eccellenza nel panorama italiano sviluppando, in oltre 40 anni di attività, un modello innovativo di assistenza sanitaria orientato all’alta specialità. Accreditata con il servizio sanitario nazionale è specializzata in riabilitazione fisica, psichica e sensoriale per il recupero funzionale e sociale di soggetti di ogni fascia d’età, dall’ evolutiva a quella adulta.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Presenti alla manifestazione anche Anna Fendi e Maria Grazia Cucinotta. Al centro la cantante malese Aissa Maryan Sufian.

Vota questo contenuto
Commenti

Pubblica un commento

Captcha