“Dopo quel maledetto incidente in moto che mi ha costretto a reinventarmi una vita in sedia a rotelle” ha dichiarato Franco Di Bucci, “riabbracciare mia moglie in piedi e tornare a guardare il mondo negli occhi era il mio più grande sogno. Grazie al San Raffaele Pisana di Roma e all’équipe del Prof. Marco Franceschini (Coordinatore Clinico e della Ricerca delle Unità Operative di Neuroriabilitazione dell’IRCCS San Raffaele Pisana), è diventato realtà”.

Franco la sua storia e il suo sogno, realizzatosi grazie anche al programma riabilitativo al quale è stato sottoposto al San Raffaele, li ha raccontati nella puntata di “Da qui a un anno” andata in onda su Real Time venerdì 6 aprile.

Presso l’Istituto di Ricerca della capitale è in uso infatti EKSO, l’esoscheletro robotico di acciaio e carbonio progettato e studiato negli Stati Uniti, che grazie ad un complesso sistema di sensoristica permette la deambulazione (passiva o attiva/assistita) di un ampio range di persone con differenti capacità motorie, paraplegie e tetraplegie complete ed incomplete, emiplegie, sclerosi multipla, atassia. E in generale tutte quelle patologie che necessitano di una riabilitazione del cammino.

“Un ringraziamento particolare, tra tutti quelli che mi hanno assistito con grande professionalità” ha concluso Franco, “va al  Prof. Franceschini che mi ha seguito passo dopo passo nel  faticoso percorso riabilitativo e ai terapisti Daniele Galafate e Simone Petruccelli, i miei due angeli custodi”.

 

Real Time, "Da qui a un anno". La storia di Franco, in piedi grazie a Ekso e all'équipe dell'IRCCS San Raffaele Pisana

Vota questo contenuto
Commenti

Pubblica un commento

Captcha