Il ricovero in Hospice avviene attraverso il seguente iter:

Pazienti nell'ambito del territorio della RM H ricoverati in strutture sanitarie
Proposta da parte del medico responsabile della unità operativa presso cui è ricoverato il paziente, formulata su apposita modulistica, da inoltrare alla UVM del CAD di residenza dell'assistito e per conoscenza alla unità operativa di cure palliative prescelta (al San Raffaele Montecompatri).

Il medico proponente informa il paziente sulle possibilità esistenti per la prosecuzione delle cure ed acquisisce in forma scritta l'opzione espressa dal paziente stesso.

Pazienti residenti nell'ambito del territorio della ASL RM H non ricoverati in strutture sanitarie
Proposta da parte del medico di medicina generale, formulata su apposita modulistica, insieme alla richiesta su foglio di ricettario ASL da formalizzare a cura dello stesso o dei parenti alla UVM del CAD di residenza dell'assistito e per conoscenza alla unità operativa di cure palliative.

Il medico proponente informa il paziente sulle possibilità esistenti per la prosecuzione delle cure ed acquisisce in forma scritta l'opzione espressa dal paziente stesso.

Pazienti residenti in altre ASL del Lazio e fuori Regione
Proposta da parte del Medico di Medicina Generale o del Medico Curante di un malato residente fuori dal territorio della ASL RM H da inoltrare direttamente alla struttura erogatrice (San Raffale Montecompatri).

Quest’ultima provvederà a richiedere l’autorizzazione alla presa in carico al Distretto di residenza (laddove non sia stata già richiesta) dandone comunicazione anche alla ASL RM H. Qualora entro 24 ore non pervenisse l’autorizzazione da parte del distretto di residenza, la ASL RM H provvederà a tale adempimento.

Documenti allegati