Parkinson, diagnosi e cura

Sono una signora di 56 anni e da circa 5 o 6 anni avverto i seguenti sintomi: rigidità e dolori al collo e colonna, perdita del 30% dell'odorato, risvegli frequenti, ansia ed angoscia notturna, difficoltà nel linguaggio e di memoria, dolori alla gabbia toracica con difficoltà respiratoria, stitichezza ecc. Queste problematiche peggiorano di anno in anno.
Alzarmi la mattina è una fatica ma anche stare nel letto. Non ho tremori di alcun tipo quindi il mio medico curante ha escluso la diagnosi di Parkinson. 

Mi affido a lei per un consulto.
Grazie.

Cara signora, non condivido del tutto la diagnosi del suo medico curante. Se lei ha i sintomi che descrive qualche accertamento è giusto farlo. L'ansia e la depressione possono accentuare i suoi disturbi ma difficilmente ne sono la sola causa. In ogni caso, parlando in generale, l'assenza di tremore non esclude la diagnosi di Parkinson. Il 30/40% dei pazienti non presenta questo sintomo né all'esordio né durante tutto il corso della malattia. Credo che sia giusto fare una visita neurologica, in seguito alla quale lo specialista deciderà se richiedere ulteriori accertamenti (RMN encefalo, SPECT con DAT-SCAN).

Cordiali saluti

Fabrizio Stocchi