L’IRCCS San Raffaele protagonista del congresso internazionale Endocrine Society 2021

Si è concluso il congresso internazionale di endocrinologia della Endocrine Society 2021, organizzato con l’apporto del prof. Massimiliano Caprio, responsabile dell’Unità di Endocrinologia Cardiovascolare dell’IRCCS San Raffaele Roma, componente della Commissione scientifica dell’annual meeting che ha pianificato la quattro giorni di confronto a cui hanno partecipato professionisti di 97 nazioni.


Data l’emergenza del momento, grande attenzione è stata posta sulle diverse connessioni tra il COVID-19 e il sistema endocrino. In particolare si è fatto riferimento all’obesità e al diabete come patologie fortemente condizionanti in presenza di coronavirus.


È emerso chiaramente che il diabete, oltre ad essere un fattore di rischio per un decorso più severo della malattia, può rappresentare altresì una complicanza del COVID successiva alla negativizzazione del tampone, anche in pazienti che non avevano diabete prima dell'infezione, espiega il prof. Massimiliano Caprio - fa parte della complessa sindrome post-covid che coinvolge tanti organi e apparati, quali il sistema nervoso centrale, il cuore, il tessuto polmonare, i vasi, etc. Infatti il virus Sars-Cov2 è in grado di danneggiare anche le isole del Langherans del pancreas, determinando un'alterata secrezione di insulina, con successivo sviluppo di diabete”.


Il programma del Congresso ha ottenuto un’alta partecipazione alle sessioni interattive (Meet the professor session), di cui due organizzate e moderate da Caprio, riguardanti le terapie con nuovi farmaci antidiabetici utili anche per la prevenzione delle complicanze cardiovascolari e renali del diabete mellito di tipo 2; la corretta interpretazione del profilo lipidico, l’appropriatezza delle indagini diagnostiche e delle terapie. Oltre 7200 i partecipanti al meeting che si è svolto online.

Vota questo contenuto