Accessibilità e nuove tecnologie nella prevenzione e nel trattamento del cancro: il Progetto REVERT dell’IRCCS San Raffaele Roma come esempio concreto

Il Progetto europeo REVERT (taRgeted thErapy for adVanced colorEctal canceR paTients) dell’IRCCS San Raffaele Roma come esempio concreto della sfida nel percorso di cura del cancro attraverso il supporto concreto dell’Intelligenza Artificiale (IA): la presentazione nel corso di un webinar organizzato dalla rete CORAL (Community of Regions for Assisted Living), che promuove la creazione una piattaforma di scambio tra regioni dei Paesi Membri dell’Unione Europea, che abbiano sviluppato politiche per l’innovazione nel settore socio sanitario e nelle priorità identificate dal Partenariato Europeo per l’Invecchiamento Sano e Attivo.


L’incontro, dal titolo “Health equality in cancer screening and treatment”, che si svolgerà online mercoledì 30 giugno, dalle 10 alle 12, vede tra i suoi relatori la Dott.ssa Fiorella Guadagni, responsabile della Biobanca BioBIM® (Biobanca Interistituzionale Multidisciplinare) e banca dati associata dell’IRCCS San Raffaele Roma e Professore ordinario di Biochimica Clinica e Biologia Molecolare Clinica presso l’Università Telematica San Raffaele Roma, con un intervento sull’impiego dell’IA nel Progetto REVERT, di cui è Coordinatore Europeo.


L’iniziativa ha come obiettivo quello di informare i partecipanti del webinar sull’importanza dell’uguaglianza nel campo sanitario e soprattutto nel trattamento del cancro. I sistemi sanitari erano originariamente progettati per il trattamento di malattie infettive acute a breve termine. Ad oggi però, con l'invecchiamento complessivo della popolazione e il crescente carico di malattie non trasmissibili, sta crescendo il numero di richieste e con esso le pressioni sul settore sanitario affinché fornisca più di un semplice budget limitato. I ricercatori Europei infatti  hanno stimato che il 40% dei casi di cancro potrebbero essere prevenuti con dei semplici cambiamenti nello stile di vita e con programmi di screening. Da qui nasce l’esigenza di discutere interventi in atto e strategie future sul valido utilizzo dell’IA, soprattutto in relazione all’accessibilità delle cure e alle disuguaglianze sociali e di genere.


Per scaricare il programma completo e accedere al webinar clicca qui.

Vota questo contenuto

Documenti allegati