Al San Raffaele Nomentana attivato il servizio di Riabilitazione Cognitiva

Presso la Casa di Cura San Raffaele Nomentana è stato attivato il nuovo servizio di Riabilitazione Cognitiva, finalizzato ad agire su quelle funzioni mentali soggette a deterioramento in determinati quadri clinici, quali la memoria a lungo e a medio termine, le capacità attentive, le capacità di
pensiero astratto e di ragionamento, aprassie, agnosie e afasie.
L’équipe dedicata alla Riabilitazione Cognitiva (erogabile sia ai pazienti ricoverati in regime ordinario che a quelli ricoverati in Day Hospital) è formata dalla Dott.ssa Tecla Cappellucci (psicologa),dalla Dott.ssa Maria Di Pietropaolo (neurologa) e dalle logopediste Antonella Sbuelz e Daniela Zampieri . La stimolazione cognitiva, condotta con la costante applicazione della terapia R.O.T. (ossia la Terapia di Orientamento alla Realtà, originariamente applicata negli USA come trattamento sperimentale sui pazienti affetti da ’confusione senile persistente’) e del Memory Training, ha l’obiettivo di rallentare il decadimento delle funzioni mentali utilizzando le capacità residue del paziente ed ausili sia interni che esterni che aiutino ad alleviare i deficit funzionali. Inoltre, i familiari dei pazienti verranno coinvolti direttamente nel programma riabilitativo attraverso degli incontri e verranno informati su quali strategiementali ed ausili dovranno  utilizzare con i parenti al fine i migliorare le loro capacità verbali, mnemoniche, di orientamento spaziale e temporale. La Riabilitazione Cognitiva, quindi, consentirà ai pazienti di riacquisire una  normale percezione della realtà e di migliorare la qualità della vita.

Vota questo contenuto