Al San Raffaele Cassino accreditati 40 posti letto dedicati alla Riabilitazione ad Alta Intensità

La Casa di Cura San Raffaele Cassino, dopo anni di intenso lavoro nella specializzazione della riabilitazione delle gravi cerebrolesioni, ha finalmente ottenuto da parte della Regione Lazio l’approvazione del protocollo d’intesa con l’Azienda AUSL di Frosinone, che prevede la trasformazione
in regime di accreditamento di 40 posti letto di RSA già autorizzati rispettivamente in 20 posti letto per un reparto RAI (Riabilitazione ad Alta Intensità) ed in 20 posti letto per un reparto LAI (Lungodegenza ad Alta Intensità)
. Il suddetto protocollo di intesa, che realizza il cosiddetto “progetto di continuità terapeuticoriabilitativa per la presa in carico di soggetti con esiti precoci di gravi cerebrolesioni acquisite non progressive”, rappresenta un importante traguardo per lo sviluppo socio-sanitario della Provincia di Frosinone, dove finora si è registrata una forte carenza di servizi di riabilitazione ad alta intensità che fossero in grado di assicurare una qualificata assistenza aipazienti affetti da gravi cerebro-lesioni (post-comatosi). Quindi, la struttura
di Cassino, a cui è stato anche conferito un premio di Eccellenza per la riabilitazione delle gravi cerebro-lesioni dall’Agenzia di Sanità Pubblica della Regione Lazio, è stata giudicata la più idonea a rispondere in modo soddisfacente a tali esigenze assistenziali del territorio.

 

Vota questo contenuto